Archivi tag: call center

La grande divoratrice – un estratto

Quello che segue è un breve estratto preso dal racconto “La grande divoratrice”, che fa parte della raccolta La vita moltiplicata (Miraggi, 2019).

Grossi era impiegato in una società di servizi che forniva l’assistenza ai clienti – la definizione esatta è customer service – per conto di altre società operanti in vari settori – il suo, nello specifico, era quello bancario – anche se il suo contratto veniva gestito da un’agenzia per il lavoro con tre sedi dislocate sul territorio romano.

Più o meno una volta al mese – in certi periodi anche ogni dieci/quindici giorni – Grossi accedeva al loro portale per firmare digitalmente la proroga, fino a un massimo di cinque consecutive. Al raggiungimento del limite stabilito per legge veniva messo in pausa fino a nuova comunicazione. In due anni non gli era mai successo di non essere richiamato e soltanto una volta – da inizio agosto a settembre inoltrato – era rimasto a casa per un tempo superiore a un mese.

Anche se si vergognava ad ammetterlo – Grossi proveniva da una famiglia tradizionale, con dei valori e una visione della vita piuttosto semplici e improntate da una ferrea etica del lavoro – aveva vissuto quella vacanza come una forma di liberazione. Continua a leggere La grande divoratrice – un estratto

Breviario di resistenza a mente armata

Fuga-dal-Call-Center_h_partbDopo un po’ mi bruciano gli occhi e sento dolore all’attaccatura delle orecchie, schiacciate come sono dalla pressione continua delle cuffie.
Dopo un po’ sullo schermo compaiono dei puntini luminosi e le parole si confondono e si fanno brusio indistinto.
Dopo un po’ i muscoli delle braccia e delle gambe s’indolenziscono, la bocca si fa amara per le troppe risposte, o per le ingiurie, o per tutto quello che mi sono rimangiato.
Dopo un po’ ha un significato molto relativo, regolato dal volume e dal tono delle voci che si susseguono a intermittenza, gettandosi nel mio padiglione auricolare.
Dopo un po’ per me significa una durata compresa tra le due e le tre ore, sufficiente a trasformare il gentile utente in un incubo tradotto in cifre, che si materializza dritto davanti ai miei occhi. Continua a leggere Breviario di resistenza a mente armata