Diario di un impostore /1

02-F-for-FakeChe io sia un impostore è una questione che parte da molto lontano, il risultato di una lunga lista di definizioni. Diciamo che mi sono adattato, che ho opposto una resistenza minima. Diciamo pure che ho preso delle misure che rispondessero a un’etica, che mi facessero sentire una persona non troppo cattiva. Diciamo anche che mi sono ricavato un perimetro virtuale dove cerco di rientrare ogni volta che vado in crisi. La crisi è ciclica, sta sempre lì che lavora, che rosicchia le fondamenta.
In ultimo rimane soltanto la planimetria, la proiezione bidimensionale dell’Io. Nel perimetro sopravvivono idee, aspettative, sogni, il futuro con cui baloccarsi. Il perimetro è un rifugio, un luogo in cui torturarsi. Per entrare devo gettare la maschera e anche se non mi guardo, anche se non ho il coraggio di guardarmi così spoglio, mi guardo lo stesso e mi vedo impostore.Nel perimetro non esiste il tempo, non c’è un prima e un dopo. Ogni cosa, ogni fatto, ogni nome, tutto si presenta agli occhi.
Qui è dove gioco a fare lo scrittore, dove appunto brandelli di storie che lascio incomplete. Mi serve per dire che faccio qualcosa, che impiego il tempo mentre il tempo mi dispiega e lascia che la sovrastruttura se ne venga giù da sé. Quest’idea che devo essere qualcosa prende slancio, si arrampica fino a un certo punto e di colpo schianta.
Dal basso non vedo che le fondamenta, le macerie dalle quali riparto continuamente. La struttura è la mia punizione, il gioco a cui sono condannato a giocare. È un blocco. Un, due, tre: stella! Ogni volta mi scoprono e devo ritornare al primo passo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...