Psicanalisi del racconto

Segnalo una bella e approfondita recensione di Stefania Segatori su TerraNullius, dove si analizzano puntualmente i racconti raccolti ne L’ora migliore.

Il racconto che inaugura la raccolta, L’ora migliore, è il monologo, non privo di allucinazioni, di uno scrittore, chiuso nella sua stanza, alle prese con la scrittura: ci sono crepe che si aprono come voragini, mosche fastidiose, penne da raggiungere, notti insonni, pannelli di polistirolo che separano (o proteggono?) da mondi sconosciuti. «Scrivere aiuta a difendersi dalla dittatura del Soggetto», sostiene il narratore; ma forse non da quella dell’inconscio. Scrivere implica confronti/scontri continui: con il computer («Piuttosto, mi preoccupa questa secchezza della materia cerebrale, questo atrofizzarsi del pensiero delegato alle macchine», p. 13); con gli editori («Gli editori sono come dei geometri che ti accolgono tra le loro rendite catastali. S’inventano degli spazi ovunque, quelli! Basta pagare e avrai il tuo appezzamento di terreno su cui arare e inseminare il verbo», p. 14); con i tempi che cambiano («Per essere degli scrittori bisogna saper stare al passo coi tempi, soprattutto di questi tempi in cui chiunque è libero di farne ciò che vuole del proprio intelletto», p. 15); con la punteggiatura, in particolare col punto finale («un misero punto» che «ti avverte del baratro», «ogni volta è come uccidersi un poco con le proprie mani», p. 17). Allora qual è l’ora migliore per afferrare quella maledetta penna e scrivere? «Quella che tarda ad arrivare», quella che giunge un attimo prima di addormentarsi, prima che le palpebre (altro grande ostacolo di ogni scrittore) comincino a scendere, per non permettere al sonno di rubarci le idee. Le parole «vengono un attimo prima del sonno».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...