Dossieraggio

Mi sembrava strano, a dirla tutta, che il signor Palletico non si fosse ancora espresso in materia.

Apparentemente, dava l’idea di essere tutto preso dall’inizio del campionato di calcio, lui che tifa per la Lodigiani (la chiama ancora così, anche se da luglio il nome è Atletico Roma, che poi per i più è ancora Cisco), e che per questo dice di averci uno sguardo oggettivo sul campionato di serie A.

Va bene, mi pensavo io, ma tutta la settimana a parlare di schemi e campagna acquisti e pure di pettegolezzi sulle famiglie dei giocatori ci pareva troppo, a noi del bar di via Malatesta, per uno che ha sempre ripetuto che il calcio è l’oppio dei poveri, ora che in chiesa non ci va più nessuno (e per la verità neanche allo stadio, aggiungo io, ché stanno tutti col satellite in casa).

Alla fine è venuto fuori che era tutta una copertura, come sospettavo, una sorta di difesa di quell’inconscio grumoso che anche un sempliciotto come lui ci deve avere.

Ieri sera, davanti a quel parolone che sa un po’ di Kgb e che per l’ennesima volta hanno ripetuto in tv, la sua maschera è venuta giù tutta insieme.

«Sai che scoperta, che quei giornalisti lì s’inventano le notizie!»

Nevio, che è un pensionato che passa raramente, ha fatto l’errore di rispondergli che bisogna pur considerare la libertà di stampa. Apriti cielo! C’è rimasto così male, il Nevio, che ha buttato giù in un sol sorso il resto del chinotto (a sua detta ha smesso con gli alcolici per via dei bagordi giovanili, ma secondo noi non ha mica mai bevuto quello lì) e se n’è andato senza pagare.

«Segna sul mio conto,» ha detto il signor Palletico.

Fosse per lui, certi giornali li chiuderebbe e basta. Mica è democratico, lui

«Quando ero in guerra me ne hanno date così tante che m’avanzeranno sempre».

E con questo intende che ne avrà da dare per tutti quelli che non la pensano come lui, ma che poteva saperne il povero Nevio del credito che il signor Palletico tiene col mondo?

Secondo me un chinotto è troppo poco per fare pace, con tutto quello che gli ha detto, soprattutto quando ha scoperto i giornali che legge lo sprovveduto pensionato. Io con quelli mi ci pulisco il di dietro, gli ha detto. Non proprio così, ma il concetto era quello.

Perché abbia atteso tanto a esternare, questo non l’ha invece capito nessuno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...